Anatocismo: ancora una volta privilegiati i poteri forti

Tra gli effetti per il via libera al disegno di legge di conversione del Milleproroghe, ce n'è uno sull'anatocismo che ha stabilito che le banche non potranno chiedere la restituzione delle somme con cui hanno risarcito i clienti, in seguito a sentenza del tribunale.

I consumatori sono salvi, ma solo in parte!.  Il Parlamento, dopo le critiche del Presidente della Repubblica ha approvato, con voto di fiducia il maxiemendamento al Decreto Milleproroghe-

Un ordine del giorno sull'anatocismo ha stabilito che le banche non potranno chiedere la restituzione della somme con cui hanno risarcito i clienti, in seguito a sentenza del tribunale.

E' stato fatto il minimo indispensabile sull'anatocismo, per evitare un contenzioso sulle cause già avviate, ma è mancato da parte del Governo una scelta che tenesse conto dei consumatori e non delle banche.

Ancora una volta si sono scelti i poteri forti, non a caso avrete visto che non c’è stata alcuna reazione.da parte del sistema bancario.

Eppure sono state proprio le banche che con il loro comportamento scorretto si sono appropriate indebitamente degli “interessi sugli interessi”

Con queste decisioni si è leso il diritto al risarcimento sull'anatocismo, un regalo a favore delle Banche che vale alcuni miliardi che che sono venuti direttamente dalle tasche dei consumatori incosapevolmente aggirati dall’anatocismo-.

Le Banche ringraziano i consumatori NO!

1 commento

4
Mar

serve una reazione seria a

Ritratto di Marco Grandino

serve una reazione seria a quanto servito alle banche