Referendum 12 e 13 giugno: scriviamo Sì!

SCRIVIAMO “SI” AL REFERENDUM del 12 e 13 Giugno per dire No allo scippo del Governo Berlusconi

[download id="16"]

PERCHE’ DIFENDERE L’ACQUA DALLA PRIVATIZZAZIONE:

  • Perchè l’erogazione dell’acqua sia garantita a tutti, senza distinzione, come è previsto dalla Costituzione,
  • Perchè per garantire una buona qualità dell’acqua sono necessari investimenti pluriennali, già oggi di difficile controllo, ma che sicuramente perderebbero la centralità se la gestione dell’acqua diventasse di proprietà privata. La prima finalità saranno gli azionisti e non gli utenti
  • Perchè negli ultimi 10 anni il costo dell’acqua è aumentato dell’85%, mentre nello stesso periodo stipendi e pensioni sono aumentate del solo 23%. I lavoratori, i pensionati si sono impoveriti le Società producono utili sempre più consistenti
  • Perchè vogliamo aprire con le Istituzioni un confronto che ci consenta di definire “Nuove Regole”, affinchè anche in Toscana si torni a tariffe più ragionevoli ed eque, a partire dall’introduzione del quoziente familiare.
  • Perchè gli effetti di una privatizzazione di un settore così delicato porterebbe il controllo di un bene - che non conosce alternative, ad incrementi tariffari sempre più elevati e ad una qualità sempre più impoverita