GRAZIE SIGNOR SINDACO DI FIRENZE: UN "MODESTO AUMENTO DEL 19,6%!, PER LA TARIFFA DI RIFIUTI. UN VERO AIUTO ALLA CRISI

COMUNICATO STAMPA

 

I cittadini di Firenze, ringraziano per il “modesto aumento” del 19,6% della tariffa dei rifiuti.

Se finora ci si limitava ad aumenti della tariffa idrica, tra le più alte d’Italia, adesso si scopre che anche con i rifiuti si può far cassa a danno dei singioli cittadini, scaricando sulle utenze domestiche una parte della tariffa che fino ad ieri era a carico delle utenze commerciali.

Un bell’aumento in tempi di crisi e per non farsi mancare nulla e garantire adeguate entrate si rende retroattivo, quindi le bollette sono soggette a conguaglio.

Un suggerimento: per decidere aumenti tariffari in questo moodo, lo abbiamo già sperimentato, non è necessario chiamare nella propria giunta i Professori, con o senza pedigree.

Contrapporre ad un aumento medio così rilevante il fatto di aver contenuto l’aumento dell’Irpef comunale non è una giustificazione, ma una beffa, poichè la tariffa - come dovrebbe essere noto anche al nostro Sindaco - prescinde dal reddito e quel pensionato o cassintegrato che ha un basso reddito trae assai meno vantaggio dal contenimento dell’Irpef che non dall’aumento della tariffa che è legata ai metri quadri ed al nucleo familiare - ch non cambiano in ragione della crisi.

C’è poi un’annotazione, che ormai diventa testimonianza - in queste materie sono previste anche procedure legislative che vincolano al confronto con le rappresentanze sociali e le Associazioni dei Consumatori. Ma il Comune si è limitato ad una , parziale, comunicazione sul fatto già deciso.

Evidentemente c’è che accarezza il sogno di una nuova “repubblica fiorentina”, che le Leggi se le fa in casa e ascolta chi di volta in volta gli torna più opportuno.

Infine, lo ricordiamo a chi ha cercato di giustificare questa scelta sul fatto che per le partite Iva ci sarebbe stato un danno derivante dal nuovo criterio di fatturazione. Bella novità: il Comune prima decide di aggirare gli obblighi di una sentenza della Corte Costituzionale che prevedeva la non imputabilità dell’Iva sulla Tia, facendosi fatturare direttamente da Quadrifoglio il servizio, poi scopre che una parte di cittadini non potrà più detrarre l’Iva. 

Insomma per non pagar gabella si fregano anche i commercianti, poi, per tentare di porre rimedio, si gabellano tutti.

Grazie Signor Sindaco.

 

Immagini

GRAZIE SIGNOR SINDACO DI FIRENZE: UN "MODESTO AUMENTO DEL 19,6%!, PER LA TARIFFA DI RIFIUTI. UN VERO AIUTO ALLA CRISI