Per onore di verità

In questi giorni molte trasmissioni televisive e importanti testate giornalistiche hanno pubblicizzato dichiarazioni ed interviste del Presidente di Publiacqua a proposito del “deposito cauzionale” e del costo della bolletta dell’acqua a Firenze e Toscana.


Poichè in molti casi Publiacqua censurava la validità dei dati diffusi lanciando accuse di dati puramente virtuali precisiamo, con preghiera di dare almeno analoga diffusione quanto segue:



  1. tutte le analisi pubblicate dal Centro Ricerche Economiche della Federconsumatori hanno assunto a riferimento un consumo virtuale di 200 metri cubi annui per nucleo familiare - sarà un dato virtuale ma è certamente omogeneo per tutti

  2. In occasione della nostra conferenza stampa abbiamo avuto modo di spiegare che, se anche avessimo assunto, a riferimento, 100 metri cubi il dato della Toscana avrebbe mantenuto il primato dei primissimi posti, si sarebbe solo scambiato il primo posto ed il terzo posto tra Firenze(200 mc) ed Arezzo (100mc). Amara consolazione.

  3. Abbiamo predisposto, basando il calcolo sulle tariffe ufficiali autorizzate dai diversi Ato, un esame comparato sul COSTO EFFETTIVO di una bolletta riferita ad un consumo annuo di 127 mc - dato riferito al consumo medio effettivo da Publiacqua, ed abbiamo assunto a riferimento alcune importanti città - 2 del Nord, 2 del Centro e 2 del Sud - e. proprio per non essere tacciati di faziosità non abbiamo preso a riferimento le città meno costose. Tuttavia il dato finale è il seguente:


  • Bologna     €    110,82

  • Torino         €     98,00

  • Mantova     €     97,77

  • Roma          €     84,48

  • Bari             €    130,17

  • Firenze        €    238,6