PENDOLARI NON SONO CITTADINI DI SERIE B!

Apprezziamo le parole e le scuse dell’ad delle ferrovie dott. Mazzoncini, ma non sono assolutamente sufficienti a colmare il disagio subito dai viaggiatori vittime di ritardi e insufficienti informazioni.

Chiediamo che si dia seguito a quanto annunciato per i rimborsi del 100% per i viaggiatori che hanno subito ritardi nei treni dell'alta velocità.

 

Ma e' inaccettabile che siano esclusi dai rimborsi i pendolari che a causa del maltempo e della scelta sbagliata di far viaggiare l'alta velocità sui binari della direttissima si sono trovati loro malgrado coinvolti in ritardi in alcuni casi oltre 60 /90 minuti .

 

la Federconsumatori Toscana chiede alla regione di attivarsi perché il diritto al rimborso sia riconosciuto ed esteso anche ai pendolari abbonati e non, chiedendo a Trenitalia di farsi carico anche di questi oneri .

chiediamo inoltre che si dia il via al monitoraggio del servizio pubblico di trasporto su ferro per il quale le associazioni dei consumatori si erano rese disponibili già da luglio scorso.

Immagini

PENDOLARI NON SONO CITTADINI DI SERIE B!